Miglior Conto Online (per gestire il Trading)

Pubblicato da Marco Belcastro il

Diverse volte mi è stato privatamente chiesto se gestissi i miei introiti col trading direttamente tramite banca o carta oppure tramite un conto online particolare e se sì quale…

La risposta è affermativa, utilizzo un conto online, il migliore a mio avviso…dunque il mio intento nel scrivere questo articolo è proprio quello di condividere il miglior conto online attraverso il quale gestire le proprie finanze. E non sarà tutto relegato al solo argomento trading in realtà…

Infatti in questo blog parlo prettamente di trading online, dunque inconsciamente nelle successive righe andrò a dare maggior risalto al trading…ma sappi che al tempo stesso potrai riprodurre queste informazioni con qualsiasi altro business tu faccia oppure tu non faccia…

Con questo intendo dire che ho messo “per gestire il trading” tra parentesi nel titolo proprio perché parleremo in realtà del miglior conto online in generale…quindi sarà utile a tutti, soprattutto in questi tempi duri dove l’interesse per il business online è volato alle stelle!

In generale capiremo qual è il miglior conto online per accumulare e gestire le proprie finanze, che si tratti di trading o di qualsiasi altro business oppure non business.

Infatti c’è anche da tenere in considerazione che magari qualcuno non fa alcun business e non ha nemmeno intenzione di cominciarlo…ha semplicemente il suo consueto lavoro tranquillo e felice, ma ne ha abbastanza delle commissioni esagerate che si mangia la banca e ne ha anche abbastanza di essere contattato dai vari consulenti per fare un prodotto di investimento o risparmio bancario o assicurativo perché, a loro dire, i soldi sul conto corrente non vanno lasciati…

Innanzitutto piuttosto che investirli in prodotti che praticamente non rendono più niente, direi che sarebbe meglio imparare a far trading e dunque apprendere quella SKILL INDELEBILE per saper far fruttare i propri risparmi in maniera completamente autonoma…e vedrai poi quell’1% lordo dove glielo ficchi…

Nel naso ovviamente eh.

Se fosse nel tuo interesse impararlo, seguimi fino in fondo così ti dico come possiamo entrare in contatto più ravvicinato per spiegarti come sono diventato profittevole io e come posso aiutarti a diventarlo anche tu.

Comunque…vorrei subito delineare un paio di circostanze generiche (quindi al di fuori del trading) nelle quali sarebbe utile e strategico aprire un conto online…anche perché poi, nello svolgimento di questo articolo, ci occuperemo essenzialmente di trading come ho detto fin dal principio…però al tempo stesso è giusto far inquadrare correttamente la situazione un po’ a tutti visto che voglio comunque rendere queste informazioni abbastanza plenarie…

Dunque reputo molto giovevole capire COME chiunque potrebbe sfruttare un conto online in base alle proprie particolari esigenze.

Un paio di circostanze generiche che mi vengono in mente al di fuori del contesto trading sono: 1) l’aver un business online che non ha a che fare col trading e 2) il non aver alcun business, ma essere alla ricerca di una scappatoia dalle commissioni dei conti correnti e dai loro consulenti-avvoltoi…e di fatto lo abbiamo già detto…ma come queste due categorie potrebbero sfruttare un conto online e perché dovrebbero crearselo?

Nel primo caso è importante avere un conto online per gestire EFFICACEMENTE sia pagamenti verso, per esempio, fornitori che per riceverli dalla varie piattaforme o società anche in diverse valute.

Mi vengono in mente svariati business online legati ad Amazon tipo il dropshipping, il self publishing, FBA, ecc., che stanno andando veramente molto ultimamente…ecco, a questo proposito sappi che sto per presentarti il miglior conto online per gestire un qualsiasi business con Amazon (ricordo ci fosse pure scritto chiaramente da qualche parte sul sito ufficiale il fatto che si tratti effettivamente della soluzione più scelta e apprezzata per chi fa business con Amazon)!

Ma non si esaurisce tutto qui…per chi vende corsi, prodotti fisici o digitali e dunque per chi ha un business non in franchising, bensì un business o brand PROPRIO…questo conto online è ugualmente perfetto perché le commissioni sulla ricezione dei pagamenti da parte dei clienti sono NULLE…rispetto ai tipici PayPal o Stripe…

Personalmente questi ultimi due signori li ho usati fino a qualche tempo fa per pagamenti di consulenze private e altre questioni simili…ma giuro che mi veniva da piangere ogni volta che vedevo l’ammontare delle mie parcelle “ultra stracciato” per via delle commissioni che si mangiavano…roba da matti.

Infine non voglio dimenticarmi di chi fa affiliate marketing o network marketing o insomma qualsiasi business…questo conto online è assolutamente la scelta più intelligente!

Nel secondo caso invece direi che è scomodo e sconcertante lasciare alla propria banca troppe commissioni quando andiamo allo sportello per prelevare oppure per ogni minimo movimento importante che abbiamo necessità di fare…

Per questo dobbiamo farci scaltri, ampliare i nostri orizzonti e affidarci ad un conto leggermente anticonvenzionale, ma al tempo stesso più facilmente maneggevole e soprattutto A COSTO ZERO per le operazioni di tutti i giorni.

Potrebbe essere cosa saggia spostare magari mensilmente una parte del proprio stipendio su questo altro proprio conto “virtuale” da dedicare alle spese online ed offline varie…che si potranno fare con una carta personalizzata e super comoda!

E aggiungerei anche la categoria dei viaggiatori per chiudere in bellezza…soprattutto per chi ama andare all’estero…

Generalmente ti porti magari un po’ di euro in contanti oppure no, ma comunque li scambi con la valuta del posto in aeroporto giusto? Oppure non in aeroporto, ma insomma…ci siamo capiti…

E quanti soldi in commissioni devi lasciare sul piatto per fare queste operazioni?

Non sarebbe più virtuoso affidarti al miglior conto online MULTIVALUTA e poter scambiare i tuoi soldi in tempo zero direttamente dal tuo telefono quando e come vuoi e pure a commissioni di conversione bassissime (le più basse del settore)?

Tra l’altro non sarà un semplice “scambio di valuta” e finita lì perché in più hai la possibilità di crearti gratuitamente un vero e proprio CONTO BANCARIO dove poter tenere al sicuro ogni singola unità di valuta scambiata in un’altra…compreso di IBAN, SWIFT, Routing Number e via dicendo…

Per esempio potrai crearti un conto americano a tutti gli effetti e non avrai alcun obbligo né in termini di tempo né in termini di ammontare del deposito, vincolo contrattuale o spesa mensile/annuale…tutto FACILE, VELOCE E GRATUITO!

E con qualsiasi altra valuta, tipo in franchi o sterline o dollari australiani e così via.

Ora veniamo al trading prima di immergerci nel vivo di questo articolo che, ammettilo, si sta prospettando un qualcosa di corposamente intrigante…

Non parleremo del miglior broker…anche perché ci ho dedicato un altro articolo (che sarebbe questo).

Parleremo piuttosto del miglior conto online per gestire l’attività di trading.

Quindi risponderemo a domande come: qual è il miglior conto-deposito per gestire le mie entrate col trading e come sfruttarlo al massimo?

Molto spesso si fa tutto direttamente col proprio conto bancario oppure tramite carta, ma devi sapere che non sono per niente le opzioni migliori per 2 motivi principali:

  • SCOMODITA’ estrema nella gestione.
  • LENTEZZA insopportabile (e quasi impossibilità) nel fare qualsiasi cosa.

Nel primo caso mi riferisco alla difficoltà immane nel fare un’efficace gestione patrimoniale A TUTTO TONDO delle proprie entrate col trading.

Quindi non sto semplicemente parlando di “strappare” una parte dei profitti mensili dal proprio conto trading e accumularli in un luogo a parte…per questo va bene il conto corrente e tanti saluti…sto parlando anche, per esempio, della furba possibilità di accumulare in valute differenti, di separare risparmio da spese e investimenti in un unico luogo, di poter responsabilmente mettere subito ogni mese da parte i soldi per le tasse, l’affitto, i viaggi, gli sfizi e via dicendo…evitando di ritrovarsi all’ultimo a “dover tirare fuori i soldi”…cosa che personalmente ogni volta che mi capitava mi comprometteva il business…

Tutto perfettamente strutturato, separato e organizzato!

Ci avevi mai pensato?

Eppure l’organizzazione e la diversificazione patrimoniale rappresentano uno dei primi e più importanti pilastri nella costruzione di ricchezza sul lungo periodo, che bene o male viene ribadito in tutti i libri più famosi di finanza personale.

Non fraintendermi: chiaramente non parleremo solo del beneficio della gestione e non voglio lasciarti pensare che sia solo questo il motivo per pensare di passare ad un conto differente…ti sto solamente dando qualche assaggio…

Nel secondo caso invece mi riferisco alla fiacchezza imbarazzante che dobbiamo subire nel qual caso ci passasse per la testa di fare qualsiasi cosa leggermente nuova e diversa rispetto alla consuetudine.

E penso tu sappia quanto sia facile dover fare cose nuove e particolari quando c’è di mezzo il trading…

Ecco, i conti correnti e le carte ci rendono tutto molto ostico e LENTO.

Dal ritirare denaro o depositarlo all’avere informazioni particolari e non facilmente reperibili dall’home banking in merito al proprio conto, dal tentare di contattare l’assistenza a giugno e forse riuscire a scambiare due parole con qualcuno a settembre all’impossibilità di detenere denaro in valuta differente dall’euro, dall’imposta di bollo allo stare sotto i 5’000 euro depositati per evitarla…eccetera eccetera…potremmo stare qui giorni e sono sicuro che lo sai meglio di me…

Beh, a questo proposito, penso possa essere interessante prendere ogni mese, trimestre o semestre quel surplus che hai sul conto corrente oltre i 5’000 o anche di più e utilizzarlo, risparmiarlo, gestirlo o spenderlo in diversa sede (chiaramente che sia un conto online super conveniente e versatile come quello che stiamo per scoprire) e senza avere alcuna tassa, preoccupazione o limite!

E poi non sarebbe molto figo usare questi soldi per fare acquisti dove vuoi (in negozi sia online, per esempio Amazon, Wish o Zalando; che offline, tipo al supermercato, per fare shopping o al ristorante) in tempo zero tramite una tua carta personalizzata?

Esattamente tutto questo tratteremo in questo articolo…e, ammettiamolo, è un qualcosa che viene trattato molto poco spesso anche se di fatto la gestione patrimoniale è una stella polare della finanza personale.

Se mi segui fino in fondo ti regalo anche qualche “trick” di gestione patrimoniale dal valore inestimabile.

Partiamo a cannone…

>>> Qual dunque è il miglior conto online per gestire le proprie finanze in generale?

PayPal? Revolut? N26? Qonto? Neteller? Skrill? Payoneer? Stripe?

No calma e sangue freddo!

Alcuni di questi molto famosi tipo PayPal hanno delle commissioni ALLUCINANTI…e sinceramente non me ne sono reso conto finché non mi ci sono ritrovato immerso…avevano provato ad avvertirmi, ma io testina non avevo ascoltato e me ne sono poi pentito amaramente…quindi non fare come me e salta il provarlo sulla tua pelle se non vuoi perdere tempo, ma soprattutto soldi!

In ogni caso li ho provati praticamente quasi tutti…ma nessuno mi ha entusiasmato come quello che sto per presentarti soprattutto a livello di commissioni e gestione interna!

L’unico tra quelli citati che ancora utilizzo attivamente è Skrill…che di fatto rimane la seconda alternativa per eccellenza…l’unica piccola pecca è che recentemente hanno alzato forse un po’ troppo le commissioni!

In ogni caso, bando alle ciance e ciancio alle bande perché sono qui per dirti che ce n’è uno che li batte tutti…

Ed è TRANSFERWISE!

TransferWise è il miglior conto online possibile immaginabile…

Informazione di servizio: se per creare il tuo account TransferWise passi prima da uno dei link di cui cospargerò questo articolo, allora avrai in omaggio come bonus un trasferimento gratuito fino a 500€…in altro modo non riceverai MAI quest’offerta a te dedicata.

Dunque…vorrei innanzitutto presentarlo come un conto multivaluta VERO E PROFESSIONALE rispetto a tutti gli altri conticini ordinari tipo Skrill o PayPal che, certo, ti permettono di detenere denaro in diverse valute, ma non come lo fa TransferWise!

Nella maggior parte dei casi, questa detenzione di denaro in valuta differente avviene su conti che definirei PARALLELI e dunque molto statici e difficilmente utilizzabili in situazioni reali, con TransferWise invece parliamo di ecosistemi a sé stanti e di conseguenza conti più sicuri e assolutamente utilizzabili.

Facciamo un esempio: devi ricevere un pagamento da Amazon in dollari…ecco, Amazon ti paga su un conto corrente di natura americana, non puoi dargli lo Skrill o il PayPal perché non sono conti riconducibili a coordinate bancarie convenzionali!

Skrill, PayPal e moltissimi altri sono infatti conti online fino a un certo punto…anzi quasi non lo sono…sono di fatto semplici luoghi di deposito…li definirei addirittura conti fini a sé stessi perché se invece per esempio devi ricevere un pagamento da un cliente che non ha PayPal e non vuole usare le carte, o usi un altro conto online (ma sono bene o male tutti molto macchinosi e circoscritti esattamente come PayPal) oppure gli dai le coordinate del tuo conto bancario…

E se si tratta di un cliente italiano che vive però all’estero e che quindi magari ti potrebbe pagare solo in sterline?

E’ un casino! O meglio: ci perdi un sacco di soldi tra costi di conversione e commissioni varie…

Perciò quello che succede è che in molti casi i “conti” online più famosi non li puoi utilizzare se non per questioni veramente circoscritte e favorevoli…mi viene in mente il sistema Apple…noto e conosciuto come un sistema chiuso in sé stesso…insomma quando passi da Apple ad un altro sistema apriti cielo, è tutto perso…mentre gli altri sistemi sono abbastanza collaborativi tra di loro.

Infatti il punto è che ti serve un SISTEMA ALTAMENTE COLLABORATIVO anche e soprattutto nel caso di ricezione e detenzione di denaro al fine di disperderne il meno possibile in commissioni e conversioni varie!

E quale miglior sistema se non quello di TransferWise dove puoi fornire delle coordinate bancarie REALI per ogni singola valuta in cui ricevi o invii pagamenti?

Hai un nuovo cliente italiano che però vive in Australia ed è conseguentemente costretto a pagarti in AUD, ma tu non sei preparato e pensi di chissà quanti giorni dovrai rimandare per esserlo?

Akuna matata, con TransferWise la questione è FULMINEA!

Te lo dimostro subito…io per esempio non ho alcun conto australiano ancora sul mio account TransferWise perché non mi è mai servito…ma se dovesse servirmi ci impiegherei neanche un minuto…

3 passaggi velocissimi e il gioco è fatto: ho il mio conto australiano a tutti gli effetti pronto, compreso anche di BSB (che dovrebbe essere il corrispettivo australiano del nostro SWIFT, ma non ne sono sicuro…)!

Estremamente comodo, veloce e maneggevole…ma questo è solo l’inizio…è arrivata l’ora di passare a questioni ancor più intriganti…

>>> Caratteristiche e cose “fighe” di TransferWise

TransferWise è un istituto di valuta elettronica regolato dalla FCA, che sarebbe la Financial Conduct Authority (una società di regolamentazione a cui devono rivolgersi e che devono rispettare anche i broker), con sede principale nel Regno Unito.

Essendo obbligato per legge a tenere al sicuro i soldi dei propri clienti, questi sono affidati ad un conto britannico con Barclays per quanto riguarda l’Europa, mentre sono affidati ad un conto americano con Wells Fargo per quanto riguarda gli Stati Uniti.

E queste sono solo le premesse…

Infatti preferisco sempre partire dai numeri in quanto estremamente rappresentativi dell’importantissimo parametro dell’AFFIDABILITA’.

E guarda TransferWise come si presenta:

Lasciami sottolineare che l’affidabilità è un aspetto assolutamente da non sottovalutare soprattutto quando si parla di soldi…nostri soldi…frutto del sudore della nostra fronte!

In che modo possiamo certificare ufficialmente e definitivamente l’affidabilità di TransferWise?

Direi basandoci su quello che dicono i clienti e a questo proposito ci renderemmo conto di essere in una botte di ferro con TW perché ci sono non centinaia, né migliaia e né decine di migliaia, bensì più di 100’000 recensioni…guarda qui:

Mi sono informato un attimo e TrustPilot sarebbe la piattaforma di recensioni più famosa e influente al mondo…per curiosità ho scritto nella barra di ricerca del sito ufficiale i nomi di alcuni altri conti online tipo PayPal, Skrill, Stripe, Neteller ecc., e ti posso assicurare che raggiungevano a malapena un decimo del numero di recensioni che ha accumulato TransferWise.

Perciò ribadisco che stiamo in una botte di ferro!

Andiamo avanti…

TransferWise, come già detto, è una società bretone, ma l’assistenza è in italiano e scusami se è poco…praticamente si evita la possibilità di incomprensioni che spesso capitano quando non si è molto bravi a scrivere, parlare e capire l’inglese…cosa che a me personalmente capitava di continuo fino a qualche anno fa, ma poi a furia di continuare ad avere a che fare solo con assistenze dei vari servizi online di cui faccio uso in inglese, sostanzialmente per conseguenza dell’adattamento è diventato per me tutto liscio, comprensibile e scorrevole…

Successivamente TransferWise è uno di quei servizi interamente gestibili dal proprio smartphone (come oramai qualsiasi altro)…perciò subentra un ulteriore fattore di estrema importanza ovvero la COMODITA’.

E l’app devo dire che è molto user-friendly e molto rilassante per la sua estrema semplicità di utilizzo…

Vediamo ora la carta personalizzata TransferWise…

Si tratta di una carta di debito circuito MasterCard dal costo di soli 6 euro…infatti il consiglio è di ordinarla subito!

Essa è collegabile al servizio Apple Pay, ma sinceramente non l’ho ancora fatto perché non ho ancora mai sfruttato Apple Pay…vedo però in giro che molta gente lo utilizza per pagare al POS appoggiando il telefono o addirittura l’orologio…perciò ecco, il punto è con TransferWise potrai continuare a farlo…

Parliamo ora di commissioni e tariffe varie…

Dunque, l’apertura del conto è completamente gratuita e non ci sono nemmeno costi di mantenimento mensili o annuali. Niente tasse. Niente imposte. Niente costi nascosti. Niente di niente. Tutto zero. Tutto gratis.

Non solo sul conto in euro (che ipotizzo sarà la tua valuta principale), ma anche su tutti gli altri conti che andrai a creare nelle altre valute. Tra l’altro, le altre possibili valute nelle quali puoi detenere denaro sono 50, quindi si va a coprire la quasi totalità delle valute di cui potresti aver bisogno per un viaggio, un pagamento da un cliente o verso un fornitore e via dicendo.

L’invio e la ricezione di denaro è senza costi o commissioni in tutti i casi…quindi non funziona come PayPal dove se ricevi denaro da clienti o società varie ti trattengono tra l’1 e il 3%…il che è super allettante e importante!

Ci sono poi i costi per la conversione di denaro da una valuta ad un’altra, ma SOLO SE fai conversioni interne al tuo account…tipo se vuoi convertire 200 euro in dollari…succederà che quella somma passerà dal tuo saldo in euro al tuo saldo in dollari subendo una piccolissima perdita per via della conversione. Questi costi innanzitutto non esiste istituto creditizio fisico o virtuale che non li abbia…e in secondo luogo il bello è che con TransferWise parliamo dei costi di conversione più bassi che esistano sulla piazza (tutto verificabile in home page del sito ufficiale)!

I costi di conversione in ricezione e invio invece sono praticamente inesistenti per via di un fatto auto-intuitivo di questo servizio pazzesco di cui ti parlerò tra pochissimo…

L’unico vero costo dal quale voglio metterti in guardia sarebbero i prelievi al bancomat superiori alle 200 sterline al mese…dove si trattengono l’1,75%…però la questione è molto facilmente risolvibile: non farai mai nessun prelievo al bancomat!

Se hai bisogno di contanti li ritiri dal tuo conto corrente italiano. La carta di debito TransferWise invece la usi per fare ACQUISTI DIRETTI…tipo la spesa, un vestito, una cena e via dicendo…paghi direttamente con la carta TW e non ti sarà trattenuta alcuna commissione…evitando anche la perdita di tempo dell’andare a prelevare…

Praticamente possiamo affermare che con TransferWise PUOI LETTERALMENTE DIRE ADDIO ALLE COMMISSIONI BANCARIE!

E detto questo ci tengo a concludere questo paragrafo parlandoti di 2 questioni che personalmente trovo altamente rispettabili:

  1. Carta di debito auto-intuitiva.
  2. Salvadanai personalizzabili.

Quando usi la carta di debito TW, che sia online od offline, se devi pagare un certo bene o servizio in valuta diversa dagli euro, per esempio le sterline, in automatico TransferWise ti paga l’ammontare tramite il saldo in sterline all’interno del tuo account ovviamente a patto che tu ce l’abbia (e in ogni caso ricorda che prima ti ho mostrato quanto sia facile e immediato creare un saldo in una qualsiasi valuta).

Facciamo un esempio: ti piace molto un tipo o una tipa su YouTube e hai scoperto che ha un merchandising con delle magliette molto molto fresh che sei intenzionato a comprare, però questo tipo o tipa sta a Londra e dunque i capi sono prezzati in sterline…

Se vai sul suo sito, aggiungi gli indumenti che più ti piacciono al carrello e al momento del pagamento (ipotizziamo 100 sterline) inserisci i dati della tua carta di credito tradizionale (quindi legata al tuo conto corrente italiano con banca italiana) oppure di un’altra tua qualsiasi carta di debito legata a qualsiasi altro conto online che non sia TransferWise, tipo PayPal, Skrill, Stripe o quello che vuoi; sai che cosa accadrà?

Che pagherai inevitabilmente col tuo saldo in euro lasciando alla banca o al conto online con il quale stai facendo la transazione un sacco di soldi per la conversione della valuta!

Anche se per esempio su PayPal e Skrill tu hai effettivamente la possibilità di detenere denaro in valute differenti…non importa, pagherai sempre col tuo saldo settato come principale (quindi per noi sarà sempre tendenzialmente quello in euro) lasciandogli una manata di commissioni per la conversione…infatti ricorda quello che ti dicevo prima: praticamente tutti i conti online multivaluta al di fuori di TransferWise non sono veri e propri conti e non funzionano come tali…funzionano come a loro fa più comodo che funzionino e quindi in base a come ci possono guadagnare di più!

Se invece inserirai le credenziali della tua carta di debito TransferWise verde fosforescente, in automatico ti verranno scalate 100 sterline dal tuo saldo in sterline senza nessuna commissione né per il pagamento e né per la conversione perché di fatto non avviene alcuna conversione!

Sinceramente al primo pagamento che feci in valuta differente non me ne accorsi nemmeno…è al secondo che me ne accorsi…e devo ammettere che quasi non ci credevo…funziona tutto super intuitivamente…e questo dipende dal fatto che stiamo parlando di un inimitabile conto online multivaluta SERIO, AFFIDABILE e direi anche FUTURISTICO!

Per quanto riguarda i salvadanai personalizzabili invece, devi sapere che all’interno del tuo account TransferWise puoi creare dei luoghi protetti dalla tua voglia di spese pazze o semplicemente dove mettere da parte dei soldi per futuri progetti…

Questa funzionalità mi è per esempio utilissima per le tasse!!!

Ogni mese prendo il 26% (tassazione fissa per traders) di quello che guadagno e lo metto in un salvadanaio a parte in modo tale che quando arriva il momento di pagarle non devo tirarli fuori da nessuna parte e non devo nemmeno calcolarli, so esattamente quanti sono e so anche di averceli già pronti da versare!

E non ne ho solamente uno per le tasse…ce ne ho anche per altre questioni…il punto è che grazie ai salvadanai posso organizzare e gestire impeccabilmente tutte le mie finanze derivanti da trading e altri business che confluiscono sul mio account TransferWise…seguendo tra l’altro i capisaldi dei libri più famosi e importanti sulla finanza personale…

Tra poco ne parliamo meglio perché ho promesso che ti avrei regalato dei trick di gestione patrimoniale dal valore inestimabile…e ho intenzione di mantenere la mia promessa!

>>> Come creare il tuo account TransferWise in pochi semplici passaggi

Direi che arrivati a questo punto è normale fremere dalla voglia di crearsi il proprio account TransferWise per poter mettere in pratica tutto quanto visto finora…

Dunque…come prima cosa clicca qui (ti ricordo il bonus del trasferimento gratuito fino a 500€ in altro modo non riscuotibile, bensì solo cliccando su uno dei pulsanti che trovi in questo articolo per procedere alla creazione del tuo account) e ti si aprirà la seguente finestra:

Compila i campi richiesti e poi conferma cliccando su “Registrati”.

Da qui in poi segui pedissequamente la procedura guidata per completare ufficialmente la creazione del tuo account TransferWise e una volta concluso il tutto, beh goditelo!

>>> Tips & Tricks di gestione patrimoniale per traders sfruttando al meglio una funzionalità di TransferWise

Mi riferisco ai salvadanai…come ti ho accennato qualche paragrafo fa…

Un trader, a livello di gestione patrimoniale, deve occuparsi a mio avviso di 4 aspetti fondamentali:

  1. Risparmio.
  2. Reinvestimento.
  3. Tasse.
  4. Sfizi.

Il risparmio è esistenziale per accumulare denaro, il reinvestimento per far crescere costantemente i guadagni mensili grazie alla capitalizzazione, le tasse non hanno nulla di esistenziale ma vanno pagate e infine gli sfizi li reputo estremamente motivanti ed energizzanti per fare sempre meglio.

Personalmente mi concedo degli sfizi dalla natura economica crescente ogni volta che sfondo un nuovo obbiettivo coi miei business e questo è importante per dire inconsciamente alla mia mente e al mio agire di “continuare così” ed invogliarla conseguentemente a voler arrivare sempre più in alto!

Infatti la nostra mente è un meccanismo cibernetico che funziona per il 95% del tempo in automatico…dunque l’unica cosa che possiamo fare per riprogrammarla al successo e al raggiungimento di determinati obbiettivi è lavorare sulle nostre abitudini, le quali a loro volta lavoreranno sul nostro subconscio, il quale determina chi siamo o chi vogliamo essere e cosa dobbiamo fare ogni giorno per realizzarci…

Direi di non dilungarmi oltre essendo discorsi che hanno a che fare col mindset e dunque molto fuori contesto rispetto al nostro topic.

Infatti in questo paragrafo volevo piuttosto parlarti del mio piano di gestione finanze derivanti da trading…che di fatto è applicabile con qualsiasi altro business.

Molto semplicemente questo piano si basa sulla divisione percentuale dei 4 pilastri che abbiamo introdotto poco fa: risparmio, reinvestimento, tasse e sfizi. Tenendo anche in conto le imprescindibili spese mensili varie.

In sostanza, il primo passo per costruire ricchezza sul lungo periodo è quello di gestire impeccabilmente le proprie entrate mensili…grosse o piccole che siano…

Ed io eseguo una ripartizione bilanciata per quello che è il mio stile di accumulo, spesa ed investimento…questo significa che ognuno poi potrà partire dalle considerazioni che sto per fare e apportare le dovute modifiche per personalizzarlo al meglio.

Andiamo al dunque…

Ogni mese io prendo innanzitutto il 26% e lo metto nel salvadanaio “tasse” (qui ognuno dovrebbe considerare la propria percentuale che paga in tasse in base al proprio business o lavoro).

Tolto questo 26% riparto dal considerare il profitto nella sua totalità e da qui il 30% lo risparmio mettendolo nel salvadanaio “accumulo”, un buon 40% lo reinvesto non facendolo finire in nessun salvadanaio bensì lo uso attivamente per far crescere il mio conto trading personale quotidiano e per rinvigorire altri business che faccio, un successivo 10% lo metto nel salvadanaio “sfizi” (e ogni volta che raggiungo un obbiettivo prefissato decido come godermeli) e l’ultimo 20% rimane lì sul saldo per le eventuali spese di vita quotidiana.

Facciamo un esempio pratico per capirci al volo con un’ipotesi di 10’000 euro guadagnati…

2’600 che ne rappresentano il 26% finiscono nel salvadanaio “tasse”. Da qui riparto considerando i restanti 7’400 come il 100% su cui attuare il mio effettivo piano di gestione patrimoniale, perciò 2’220 (30% di 7’400) finiscono nel salvadanaio “accumulo”, 2’960 (40% di 7’400) li posso reinvestire, 740 (10% di 7’400) li inserisco nel salvadanaio “sfizi” e i restanti 1’480 (20% di 7’400) rimangono nel saldo in euro per eventuali spese quotidiane che farò direttamente con la mia carta di debito TW.

Questo procedimento andrebbe reiterato con tutti e 3 i miei saldi che sarebbero euro, dollari e sterline essendo che, oltre alle entrate col trading in euro, ho delle entrate anche in dollari e sterline con altri business, ma in realtà non lo applico ancora perché sono business che ho cominciato da pochi mesi e dai quali ho entrate troppo irrisorie per mettermi a gestirle…semplicemente li reinvesto tutti per scalare più velocemente…

Importanti considerazioni conclusive: ognuno dovrebbe prendere le percentuali riportate come un semplicissimo consiglio spassionato e comportarsi di conseguenza. Io sono molto giovane quindi la maggior parte di quello che guadagno lo reinvesto, infatti per i più giovani la regola generale è di dedicarsi più all’investimento e al reinvestimento rispetto al risparmio. Invece, a una persona un po’ più adulta, magari con famiglia e con parecchie altre responsabilità sulle spalle, in linea di massima, è più raccomandato dedicarsi al risparmio piuttosto che all’investimento.

E queste sono regole generali di finanza personale con le quali chiudo in bellezza anche questo paragrafo di estremo valore gratuito!

>>> Parentesi veloce per FTMO traders o aspiranti tali

Non sai cosa sia FTMO?

Mannaggia se sei un trader o aspirante tale credimi che ti stai perdendo LA SALSA…e sto parlando del “segreto super segreto” per poter fare soldi col trading anche se sei senza soldi…

No, non è uno slogan alla “sono veramente euforico”…è una cosa assolutamente vera e possibile…e no, non è per niente facile, veloce, automatica o per tutti…ci vogliono le cosiddette!

Comunque se vuoi saperne di più al riguardo ti consiglio caldamente di consultare l’articolo più di successo del mio blog da qui.

E sulla base di un palese e crescente interesse per l’argomento FTMO, mi è sembrata cosa razionale e opportuna aggiungere una sezione dedicata nell’attuale articolo.

Infatti molti mi hanno chiesto quali fossero le opzioni disponibili per poter ritirare i soldi generati da FTMO traders…e come al solito ce ne sono diverse, ma quella che uso io e con la quale mi trovo da dio è TransferWise.

Fornisco le coordinate bancarie del mio TransferWise in euro e ogni mese mi arriva tutto lì (da dove poi parto con la gestione vista nel paragrafo precedente) senza nemmeno un euro di meno per costi di ricezione pagamento o commissioni di conversione…e questo chiaramente grazie a TransferWise!

E qui si conclude la mia guida sul miglior conto online (per gestire il trading)…se l’hai apprezzata o hai domande, non esitare a scrivere nei commenti qui sotto!

Infine, se leggere di tutto questo trading così tanto nella pratica ti ha fatto venir voglia di impararlo, allora compila onestamente questo questionario per entrare in contatto più ravvicinato con me, dove potrò spiegarti come sono diventato profittevole io e come ti aiuterò passo dopo passo a diventarlo anche tu.

 

Stai in campana!

Marco, fondatore di Imperium Double Profit.


Marco Belcastro

Trader con un hedge fund a 6 zeri in gestione. Fondatore di Imperium Double Profit. Capitano di uno squadrone di traders fortissimi.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.